Questo 8 marzo voglio fare gli auguri a voi, mie piccole donne del domani.

Vi auguro di continuare a guardare fiduciose verso il futuro, senza perdere mai la vostra capacità di stupirvi per ogni piccola cosa.
Vi auguro di tenere fisso lo sguardo sull’orizzonte, per avere sempre una meta da seguire, senza mai farvi fermare dagli ostacoli o da chi tenterà di limitare la vostra personalità.
Vi auguro di avere la mia stessa fortuna e trovare un uomo che condivida con voi la gioia e l’onere di crescere due persone speciali come voi.
Vi auguro di vincere ogni battaglia, perché so che non posso evitare che nella vostra vita incontriate qualche ostacolo, ma ci sarò quando cadrete. Probabilmente non vi aiuterò sempre ad alzarvi, perché so che prima o poi dovrete farcela senza di me, ma vi prometto che appena vi sarete alzate vi abbraccerò, vi coccolerò e vi insegnerò a porre rimedio a quanto va storto. Perché cadere fa male, ma rialzarsi da soli ci fa sentire forti e orgogliosi di noi stessi.
Vi auguro di non perdere mai la speranza e di lottare sempre per ciò in cui credete, con il sorriso sulle labbra e la voglia di fare ciò che amate, qualsiasi cosa sia.
Vi auguro di vivere un futuro migliore del nostro presente, nel quale ci sia più rispetto per gli altri, più correttezza e più attenzione al bene collettivo. Perché questa è la vera chiave per far vivere meglio ognuno di noi. Perché vivere in una società malata è difficile, fa paura ed io non voglio che voi dobbiate passare anni così.

Nel mio piccolo io ci provo ogni giorno: a migliorare questa nostra società, a darvi gli strumenti per crearvi da sole il vostro futuro, a farvi crescere con una buona autostima e a prepararvi alla vita che verrà.
Qualsiasi cosa accada.

Auguri mie piccole donne del domani.

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts