Domani, 17 novembre 2016, esce nelle sale Bianca & Grey, il nuovo film di animazione sull’amicizia e il coraggio che vede protagonisti lupi e pecore. Lo abbiamo visto in anteprima, ecco perché ve lo consigliamo.

La trama

In una lontana terra magica, in un piccolo villaggio pittoresco immerso tra prati verdi e dolci colline, vive un gregge di pecore. Ma la loro tranquillità viene interrotta quando un branco di lupi si accampa in un burrone nelle vicinanze.

Il capobranco dei lupi, Magra, cerca il suo futuro successore e annuncia che sceglierà il più forte tra i suoi rivali. Quando il potente e sanguinario Ragear si fa avanti, l’unico lupo con il coraggio di sfidarlo è Grey, il favorito del branco, ma goffo e senza speranze.

Per diventare un leader e conquistare l’amore di Bianca, Grey si reca nel bosco, dove scopre un campo di conigli nomadi. È qui che la coniglietta indovina Mami gli dà una pozione magica. Grey beve la pozione e ben presto scopre di essere stato trasformato in… un ariete!

E… il resto dovete andarlo a vedere nelle sale! Altrimenti che gusto c’é?? 🙂

Perché ci è piaciuto

Bianca & GreySiamo lupi o pecore?
Siamo leader o seguiamo il gregge?
Mai come oggi questa tematica è attuale e questo film da una chiave di lettura nuova: un lupo che impara ad essere leader diventando una pecora.
Trovo che la morale sia un bellissimo insegnamento per i nostri figli: per essere leader devi credere in te stesso, prenderti la responsabilità e fare scelte coraggiose, chiunque tu sia.
L’insegnamento è però duplice: tutti possiamo essere leader e questo non significa per forza comandare sugli altri, ma vivere in armonia con loro perseguendo la nostra e altrui felicità.
Un bel messaggio positivo!

Per chi è adatto

Consigliamo di portare a vedere Bianca & Grey i bimbi dai 5 anni in su, prima è forse un po’ difficile da apprezzare e capire.

Buona visione!

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts