Siamo reduci da una tre giorni infuocata e scandita da attacchi di coliche talmente forti da far urlare la bimba come se la stessero torturando. Non voleva stare in braccio, né sdraiata, né seduta, né in qualsiasi altra posizione vi venga in mente; ha urlato per ore e l’unico modo di calmarla era accendere il phon e passare intere mezze ore a farle sentire il rumore ed il leggero caldo prodotto.

Alla fine abbiamo ceduto al sondino. Eravamo molto scettici, ma ora che l’abbiamo provato una volta abbiamo deciso che quando avrà altri attacchi così lo useremo nuovamente: non solo le ha sgonfiato di molto la pancia, ma le ha procurato un sollievo immediato. Dopo ore di urla strazianti della povera cucciola e i nostri mal di testa dovremmo essere usciti da questa fase e questa notte abbiamo dormito per ben otto ore di fila! Un vero e proprio record!

Comincio a credere a chi mi dice che le coliche non centrino nulla con ciò che mangi, in quanto gli alimenti vengono assimilati dalla mamma e il bimbo assimila solo le sostanze nutritive passate nel latte.
In questi due mesi ho infatti evitato di mangiare fagioli, broccoli e tutti quegli alimenti che potrebbero causare le coliche, mangiavo inoltre molti finocchi e bevevo ogni online casino tanto una tisana al finocchio, ma le coliche non sono mai passate.
Ad un certo punto mi hanno detto che anche la frutta le può causare, quindi per un certo periodo non ho mangiato neanche quella, ma nulla è cambiato. Poi mi è stato detto che probabilmente era dovuto al ferro che stavo prendendo… ma le coliche forti di questi giorni sono cominciate esattamente due giorni dopo averlo finito. Ho quindi deciso di mangiare quello che mi pare quando mi pare, variando molto gli alimenti e mangiando in modo sano, nulla di più.

Voi cosa ne pensate? Cosa avete fatto quando i vostri bimbi hanno avuto le coliche? Evitare certi cibi ha funzionato?

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts