Qualche tempo fa vi ho raccontato l’azienda che voglio creare, oggi voglio darvi un esempio positivo di imprenditore, uno di quelli in grado di creare un team di successo e motivare le persone. Oltre a parlare di cosa non va è infatti importante anche capire come agire al meglio e trarre spunto da chi riesce ad essere un imprenditore con una marcia in più.

Gianni è una di quelle persone che non passano inosservate: di quelle sicure di sé e centrate come pochi imprenditori lo sono al giorno d’oggi. Ci siamo conosciuti anni fa, poi ci siamo persi di vista e a maggio abbiamo avuto l’occasione di collaborare, approfondendo la conoscenza anche dal lato umano (famiglie comprese).
Avere l’opportunità di passare una giornata nel suo Business Centre in contatto con le persone che lavorano con lui, ho scoperto una cosa molto interessante…

Buona lettura!

Ciao Gianni, quando ho avuto la fortuna di conoscere le persone che lavorano con te sono rimasta colpita dal loro entusiasmo e dal rispetto che hanno nei tuoi confronti, ci racconti qual è la filosofia lavorativa di IBT?

Innanzitutto grazie per quello che dici, è gratificante ricevere parole di stima, soprattutto da donne di valori, umani e professionali, come Te.

Detto questo, con umiltà rispondo alla domanda…

Molto semplice: la nostra è un’attitudine basata sul DARE, dare a sé stessi per dare agli ALTRI, ogni   giorno, con cuore sincero e mente preparata. Lasciamelo dire :), in IBT ci descriviamo come un’azienda con cuore del Sud e mente del Nord, questo perché ci piace equilibrare passione e preparazione, disponibilità e polso, generosità e ambizione.
Hai parlato di “entusiasmo e rispetto che hanno nei miei confronti”, evidentemente perché sono le stesse qualità o ingredienti che per primo utilizzo nell’impasto del nostro rapporto professionale.
Loro non sono parte del progetto, sono IL progetto.
Il mio team viene prima della mia azienda. Io voglio bene a loro e al loro benessere ed evidentemente questo arriva.
Sono convinto che il mio esempio possa aiutarli a non perdere la gioia e la padronanza quando (e capita) le imperfezioni e i difetti altrui influiscono su di loro.
Cerchiamo vicendevolmente di rinforzare il nostro DNA della vittoria.
Altro aspetto è il focus costante che abbiamo sulla nostra mission (CHI SIAMO, PERCHE’ LO FACCIAMO), la nostra VISION ( avvincente e innovativa) e i nostri VALORI ( etica, spiritualità, onestà intellettuale, libertà, l’eccellenza, i risultati, non le parole.
Noi ci divertiamo nel nostro lavoro, curiamo i dettagli, l’unicità, in breve facciamo ciò che ci piacerebbe ricevere!

In che modo gestisci il rapporto con le persone che lavorano con te?

Prima di gestirlo un rapporto, m’impegno a costruirlo su un terreno fatto di sincerità e trasparenza nel rispetto delle persone e dei ruoli.
Il saggio re Salomone diceva che: “c’è un tempo per ogni cosa”. I miei sono perfettamente consapevoli di questo principio e quindi affrontiamo le sfide professionali giornaliere con il giusto equilibrio tra dovere e piacere.
Il nostro rapporto è un canale solido perché lo curo quotidianamente, infondendo loro entusiasmo, coraggio, ambizione, rispetto e determinazione, ma soprattutto l’uzzolo della conquista.

Attraverso l’ESEMPIO costante che do ogni giorno, cerco di mostrare loro le possibilità che si prospettano, la strada da seguire e soprattutto gli sto accanto in questo percorso. Io non sono il capo di nessuno, l’unico nostro capo è il cliente.  In questo modo cerco di creare e mantenere un clima di cooperazione, unione, visione comune degli obiettivi.
In IBT ci sforziamo di essere un’unica cosa nonostante alcune normali difficoltà, perché siamo PERDUTAMENTE INNAMORATI di ciò che facciamo. Per noi, non esistono orari, schemi, puntiamo all’eccellenza, a successi sempre più importanti, il resto conta poco.
Inoltre, sono particolarmente attento a tutto e tutti, o meglio a tutte visto che il 99% del mio team sono donne. Quale miglior occasione se non questa per parlare delle donne, questo grande esercito dal potenziale emozionale e pratico enorme!
Grazie donne, soprattutto voi #BusinessMum.

Grazie a te Gianni.
L’intervista non è finita qui, presto vi faremo leggere altri consigli di Gianni Forestiero.

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts