Oggi vi parliamo di ‘Nativi digitali: prontuario per adolescenti che vogliono essere attivi nel web‘, un corso tenuto da Maria Elena Milani e dedicato ai nostri figli adolescenti. Scoprite in questa intervista perché questo corso per adolescenti può fare al caso di vostro figlio.

Ciao Maria Elena, grazie per aver accettato di parlare del tuo bel progetto. Hai creato un corso davvero interessante, prima di raccontarcelo, ci dici chi sono i nativi digitali? 

Grazie a voi.
I Nativi Digitali sono rappresentati da tutti quegli adolescenti che vivono circondati da tecnologie (case e camere dotate di tutti gli ultimi gadget da pc, smarphone, game console etc). Sono ragazzi abituati ad usare le nuove tecnologie fin da bambini per giocare e comunicare, tenersi aggiornati, imparare e fare acquisti.

Come ti è venuta l’idea di tenere questo corso?

L’idea mi è venuta guardando il rapporto che i miei figli adolescenti, ed i loro compagni di scuola, hanno con la tecnologia: la usano ma non la sfruttano appieno nel suo potenziale (neanche in minima parte veramente).
I ragazzi si “abbronzano” davanti a schermi e monitor (pc o smarphone) mentre guardano passivi quello che accade davanti ai loro occhi: video, letture, giochi.
Ho pensato: “che spreco”!
Gli ho chiesto se non gli piacerebbe essere più presenti, partecipare in prima persona a quello che vedono costantemente fatto da altri.
La loro risposta è stata chiara ed esaustiva: “Sì mamma, ma non sappiamo come si fa”.
A questo punto, reduce da 2 anni di insegnamento all’università, ho cercato di mettere insieme un corso che gli fornisse gli strumenti per partecipare attivamente al web in modo sicuro e consapevole.

Ci racconti in cosa consiste?

Il presupposto fondamentale di tutto è L’ESPRESSIONE DI SE’ STESSI attraverso gli strumenti che maggiormente sono nella loro vita: social e web.
Si dice che i poeti antichi oggi non comporrebbero poesie ma canzoni…secondo me è lo stesso con l’avvento dei nuovi media. I nostri ragazzi possono esprimersi scrivendo blog tematici o personali, possono recitare e raccontare attraverso canali personali YouTube.
Il mio corso consiste nell’insegnare ai ragazzi come fare a gestire questi strumenti, perché farlo, come farlo e, soprattutto come gestire in modo dignitoso la propria reputazione ed immagine on-line.
Infine, qualche consiglio su come vendere on-line in modo sicuro la loro vecchia PSP per comprar e un regalo alla mamma… completa il corso in  bellezza! 🙂

Quando è dove si terrà il corso? 

Il corso si terrà, per ora, in due location

  1. Spazio polididattico BuenaOndaTango – Via Alexander Fleming, 7, Cinisello Balsamo (MI)
    Le lezioni si terranno il Lunedì, dalle 15 alle 17.
    Inizio lezioni: 17/10/2016
  2. IronFit – via Mentana, 17 Monza (MB)
    Le lezioni si terranno il Martedì, dalle 15 alle 17.
    Inizio lezioni: prima sessione il 18/10/2016 – seconda sessione il 22/11/2016

Che consiglio daresti alle mamme che, come te, lavorano e temono che i figli facciano un utilizzo improprio del web?

Consiglio di non vietare questi strumenti, se non li utilizzano a casa propria lo faranno a casa di qualcun’altro.
Limitarne anche l’uso attraverso software specifici è praticamente impossibile…i livelli di sicurezza sono limitati e limitanti.

Spiegare invece i pro ed i contro dell’utilizzo del web, cosa rischiano, cosa possono trovare e come non entrare in situazioni che non sarebbero in grado da gestire.

Io spiego ai miei figli la differenza tra il bene ed il male di quello che la vita gli può presentare, non sarò
sempre accanto a loro (per fortuna e per disgrazia), il mio scopo è quello di insegnargli a riconoscere quello che è “male” per stargli lontano.
E se faranno qualche cosa di “male”…scrivergli e sottoscrivergli che devono e possono sempre rivolgersi ai propri genitori per chiedere aiuto.


Brava e grazie mille, il tuo corso sarà davvero interessante e molto utile!

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts