Oggi vi raccontiamo la storia di Anna (nome di fantasia), una storia vera che abbiamo deciso di pubblicare perché tante madri ci scrivono nella sua stessa situazione. E’ la storia di chi viene discriminata solo per essere diventata madre, come ne succedono a migliaia in Italia, perché sulla carta abbiamo tanti diritti, ma sono solo tante belle parole scritte che raramente trovano riscontro nella realtà.

Ci racconti chi sei?

Sono mamma da qualche mese, una gioia unica che purtroppo cambiato la posizione nell’azienda nella quale lavoro da 15 anni e da 4 ricoprivo il ruolo di Responsabile Della Comunicazione. Si trattava di una responsabilità di funzione con autonomia di gestione e su un budget considerevole, avevo autonomia progettuale e riportavo direttamente all’amministratore delegato. La mia funzione aveva visibilità e responsabilità globale, perché l’azienda ha filiali in Tutto il mondo.

Cosa è successo quando hai detto di aspettare un bambino?

La reazione del mio capo è stata, a mio avviso, di cattivo gusto: mi ha chiesto di chi fosse il mio bambino ( premetto che mio marito ha lavorato per la stessa azienda per 17 anni) e ha dato per scontato che sarei rimasta a casa da subito.

Chi ha cambiato atteggiamento nei tuoi confronti?

Il mio capo sicuramente, è come se avesse visto da subito un’opportunità per farmi fuori.

Cosa è successo quando sei tornata dalla maternità?

Mi auspicavo di trovare la stessa situazione di quella prima della maternità ma ho trovato tutto cambiato. Non ho più il mio ruolo, sono stata demansionata e mi hanno affidato un progetto impossibile.
Mi hanno detto che non possono contare su di me al 100% quindi non sono una risorsa completa….

Ora come stai?

In questi mesi ho cercato di capire da fuori quali fossero le dinamiche aziendali, che sono state poi peggiori al mio rientro. Purtroppo sono molto confusa e mi sento in trappola. In ufficio sembro invisibile e i miei 15 anni di esperienza sembrano inutili. Non ti nego che la frustrazione è tanta.
Non so davvero come muovermi…mi sento svuotata e priva di energia.

Grazie Anna, sappiamo bene quanto sia stato difficile per te parlare della tua storia, ma te ne siamo grate.

Anna è una delle tante testimonianze che abbiamo raccolto in quasi 6 anni di BusinessMum: ci scrivete raccontandoci discriminazioni, licenziamenti ingiustificati e mobbing. Abbiamo deciso di lanciare una petizione per il Ministero del Lavoro: aiutateci a scriverla!

Quali tutele reali volete chiedere?

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts