In questi ultimi mesi i media continuano a darci informazioni preoccupanti sul mondo del lavoro (e di conseguenza per tutti noi che lavoriamo per vivere): il tasso di disoccupazione continua ad aumentare ed i disoccupati (che da tempo hanno superato il milione) hanno ormai superato il 12% della popolazione.

In aggiunta, la continua pressione fiscale, unita al mancato pagamento del debito che lo stato ha con le aziende, decreta la chiusura di oltre 40 aziende al giorno… Festivi inclusi!
Se poi pensiamo che un terzo delle aziende chiude per i mancati pagamenti dello stato, ci rendiamo conto di quanto la situazione sia seria e quanto molto dipenda anche da chi sta al governo, più che dalle capacità delle aziende.

Come potrebbe questo incrementare l’occupazione?

Da piccola imprenditrice (ho una ditta individuale) posso solo dire che l’anno scorso avrei di gran lunga preferito pagare una persona per aiutarmi nel lavoro piuttosto che pagare quasi il 64% di tasse (… altro che il 48% come continuano a dirci…). Così avrei dato una mano a ridurre l’occupazione e sarei stata sgravata di molte incombenze.

La situazione economica non aiuta le aziende ed i continui sprechi delle istituzioni non aiutano certo a trovare i fondi utili a diminuire la tassazione.
Sembra non ci sia via d’uscita, in realtà io sono fiduciosa.

E voi? Cosa ne pensate?

Ci sarà una ripresa?

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts