La campagna più misogina, maschilista e incostituzionale che si potesse fare. Ma soprattutto, totalmente discordante dalla realtà: non facciamo figli perché non possiamo permettercelo economicamente e perché rischiamo il posto di lavoro.
Lettera aperta di una BusinessMum al Ministro (o Ministra) Lorenzin.

Gentile Ministro Lorenzin,
da donna a donna, mi dica che la campagna sul Fertility Day che è stata approvata da lei e dal suo staff è una grande burlonata… perché è assolutamente offensiva, retrograda e misogina.
Vorrei spiegarle perché partendo dalle affermazioni inserite nelle vostre comunicazioni pubblicitarie.

La bellezza non ha età, la fertilità si

Vero. E non c’è bisogno che ce lo ricordi chi non ci tutela e non ci dà la possibilità di avere figli come e quando vorremmo.
Cito una cara amica di noi BusinessMum nel darle la risposta: “i figli dovrebbero farsi per Amore e non perchè una clessidra ci dice ‘che è tempo’. Anche perchè, non so se lo sa, ma si può essere mamme felici anche di figli non biologici. E si puó essere Donne realizzate e felici anche senza figli.” (@alicesogna)

La fertilità è un bene comune

Perfetto! Riduciamo la donna ad un utero che deve solo procreare per il bene comune!
La mia fertilità è affar mio. Non è un’aiuola che appassisce se non innaffi.
Pensate a sanare la situazione di degrado negli ospedali. Quello è un bene comune.
Il mio utero è solo mio e lo gestisco come voglio.

Genitori giovani. Il modo migliore per essere creativi…

… è sfornare figli!
Al di là del cattivo gusto di questa affermazione, allo stato attuale delle cose, cara Ministra, lavoriamo da precari almeno fino ai 30 anni prima di avere uno straccio di lavoro sottopagato che ci consenta di cominciare a pensare al futuro e uscire di casa.
Peccato che il detto lavoro sia, appunto, sottopagato. Questo implica che non ci possiamo permettere di mantenere un figlio almeno fino ai 35 anni (e con un bel po’ di sacrifici).
Ma non è finita qui: che dire del fatto che le aziende ti licenziano, fanno mobbing o ti dequalificano se hai figli???
Prima di venirci a dire che le nostre tube hanno i giorni contati, cara Ministra, provate a pensare al perché non facciamo figli e risolvete QUEL problema, vedrete come prolificheranno gli italiani!

La costituzione tutela la procreazione cosciente e responsabile

Sinceramente trovo molto responsabile decidere di avere figli quando ci sono le condizioni giuste (lavoro stabile e non sottopagato) piuttosto che farli solo perché il nostro orologio biologico fa tic tac…

Mettiamo i puntini sulle i

Le ricordo inoltre che lo Stato siamo noi cittadini e voi non siete altro che funzionari al nostro servizio. Quindi evitate le paternali e dateci il Welfare del quale necessitiamo per poter avere figli  garantendo loro: di mangiare, di crescere sani e di avere un’ottima istruzione.

Al resto pensiamo noi, senza che voi dobbiate impicciarvi del nostro orologio biologico.

Una domanda

Per concludere… Quanti milioni di euro (ovvero di nostri soldi) avete sprecato per questa farsa, invece di stanziarli per migliorare i servizi e le strutture degli ospedali??

Cordialità.

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts