“Fermo! Non ti muovere…” “Vieni qui!” “Dai soridi!” Diciamo la verità… arrivano le vacanze e ci parte la frenesia da foto/ricordo dei momenti più belli dei nostri figli. Risultato: loro mossi perché saltano mentre fotografiamo, il panorama senza loro che sono scappati via, musi lunghi invece dei fantastici sorrisi che fanno lontano dall’obiettivo!
Per ovviare a questo problema abbiamo chiesto a Patrizia di Momenti di Vita qualche consiglio pratico.

Da che ne ho memoria sono sempre stata affascinata dalla fotografia.
Riuscire a catturare un’immagine che mi colpisce, fermare nel tempo un’emozione e poter condividere con altri il mio modo di vedere la vita è qualcosa che mi appaga moltissimo.
Da buona appartenente al segno dei pesci ho una spiccata sensibilità e sono una grande osservatrice. Questo fa sì che molto spesso mi soffermi su momenti che magari la maggior parte delle persone non nota, sono attimi che fanno la differenza, e che, se immortalati in uno scatto, danno vita al genere di foto che piace a me.

I miei soggetti preferiti? Senza alcun dubbio i bambini.

Amo immensamente il loro essere genuini, senza filtri, la loro spontaneità, l’allegria e il modo che hanno di guardare il mondo. Questo è ciò che cerco quando faccio degli scatti ad un bambino.

Spesso mi sento dire dai genitori cose del tipo “A mio figlio non piace farsi fotografare” oppure “E’ impossibile fargli una foto non sta mai fermo”.
Ecco, io credo che l’errore sia proprio in queste affermazioni.

Per fare delle belle foto ai vostri bimbi non dovete metterli in posa, non c’è bisogno di informarli che state per fargli una foto, così gli togliete tutta la spontaneità che è la cosa più bella che hanno.

L’ideale sarebbe che nemmeno si accorgessero di voi

Lasciateli giocare o fare quello che gli piace e scattate con discrezione, senza interromperli, senza palesare troppo la vostra presenza.
Siate curiosi, cercate di capire cosa provano in quel momento, cosa li fa ridere, cosa attrae la loro attenzione.
Inoltre cercate di catturare quello che amate di loro, cosa vi fa sorridere, cosa trovate buffo, cosa li distingue dagli altri bambini.
Fate come se doveste raccontare i vostri figli a qualcuno attraverso delle immagini.
Non è difficile come può sembrare, provate e avrete delle foto magnifiche.


fotografare i bambiniGrazie Patrizia, non abbiamo dubbi che possa essere più facile del previsto, ma per sicurezza ci siamo fatte realizzare uno sconto ad hoc per tutte le BusinessMum che vorrebbero lasciar fare a chi lo fa di lavoro.
A Milano si dice: ofelè fa el to mestè 😛

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts