Ok si lo ammetto: sono geek e fan sfegatata  dei mattoncini più famosi del mondo! Ma quante volte ho pregato tutti i santi in paradiso, gli dei dell’olimpo e le forze cosmiche di trattenermi dallo scaraventare questi benedetti Lego®  fuori dalla finestra??

Non solo in piena notte come la famosa pubblicità  ma pure durante le pulizie, il dopo pomeriggio con amici in casa  e mentre svito il sifone del bagno perchè “Mamy dovevo lavare i denti a Kylo Ren prima dell’incontro con gli jedi!” Eccerto! Sia mai che debba portare anche lui dal dentista a curargli le carie!

Ma oggi voglio condividere con voi la scoperta di progetto a mio parere magnifico: care BusinessMum vi presento PlayEdo, i mattoncini giganti di cartone!

Scoperta geniale.

Ammetto di averlo scoperto grazie ad un passaparola fra amici e di essere subito andata nella loro pagine di crowdfunding su Kickstarter : la loro storia mi è piaciuta e mi ha appassionata: anche io volevo dei mattoncini più grandi!

Così ho cercato subito Simon, Raffa, Lisa, Edoardo e Whisper per avere maggiori informazioni. Insomma 5 minuti dopo avevo già prenotato il kit base per provarlo e avevo già informato il “polpetta” di casa che entusiasta dei video su youtube saltellava verso il calendario per segnare l’arrivo del postino!

Il pacco è qui!

E dopo una settimana sono arrivati!

A pacco scartato, la sorpresa è stata ancora più bella per lui: i mattoncini li doveva costruire ed in aiuto, oltre al libretto delle istruzioni abbiamo guardato online anche un video  davvero utile e divertente che ci ha permesso di passare del tempo a raccontare cosa avremmo voluto costruire con quei mattoni giganti.

Si comincia.

All’inizio ci siamo attenuti alle istruzioni, costruendo i tre personaggi suggeriti ma successivamente il ragazzo di casa si è sbizzarrito nei più improbabili personaggi e in costruzioni futuristiche da far rabbrividire la gravità!

Insomma fra mattoncini, colori e merenda il pomeriggio è passato davvero velocemente e alla fine il risultato ci ha dato una gran soddisfazione, tant’è che io e il “polpetta abbiamo deciso che i personaggi principali, battezzati PLAY, E e DO, avrebbero avuto un posto d’onore in casa così da accogliere gli amici che ci vengono a trovare! ( Si ok il polpetta non spicca di fantasia per dare nomi e chiaramente a preso dalla Prozia Rosy che alla domanda ” Come si chiama il tuo gatto, zia?”Lei ha risposto “Si chiama Vieni!!”).

Appena entri da noi, loro vi danno il benvenuto!

bumu_play-edo

Insomma è stato davvero divertente e l’idea è geniale!

Bravi Simon, Raffa e Lisa!

Per i regali di Natale e Compleanno sicuramente farò contenti i molti amici del Polpetta già passati di qui ed entusiasti di questo gioco! Noi adesso puntiamo al castello!

Con questo passo e chiudo, il tavolino PlayEdo per pc mi aspetta, ma io vi lascio al video più bello e a dirla tutta, lui mi ha convinto alla grande nell’acquisto: dopotutto è un volto dello staff!

 

  • author's avatar

    By: Marzia Di Meo

    Mi chiamo Marzia e sono una mamma monoparentale e single. Da quattro anni sono libera professionista e nella vita coreografo mio figlio “Polpetta”, un cane di 30 kg e un insana propensione per viaggi e spostamenti.
    Di origine Piemontese, ho vissuto qua e la nel mondo: ultimamente accoccolata nel cuore verde della Romagna.
    Faccio finta di parlare quattro lingue e ho le valigie (reali e virtuali) sempre pronte per nuove avventure in cerca di un bel equilibrio socio-economico, grazie anche alla continua ricerca della felicità!
    Mi piace ridere e da grande, dopo aver fatto per tanti anni la ballerina, vorrei diventare un’attrice comica e una rugbysta ovviamente nello stesso preciso momento! Ho un sacco di passioni strane e sono purtroppo affetta da multitasking ossessivo compulsivo: negata per la cucina, il giardinaggio, il fai da te e nel rendermi presentabile con “trucco e parrucco”, cerco la mia posizione strategica nelle quattro mura di casa.
    Per ora sono riuscita a mettere la carta igienica nel nostro super porta-rotolo e l’evento è stato festeggiato per settimane nella cittadina! In amore aspetto la conoscenza di vita su altre galassie perché è chiaro che non capisco il marziano e probabilmente parlo venusiano troppo veloce.
    Appassionata di internet e web e con una sana curiosità per la vita umana, ho basato il mio lavoro sull’assistenza virtuale e sulla possibilità di lavorare online e dal mio ufficio in casa.

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    I Diritti dei bambini
    Una mamma negata in cucina
    Alberi di Natale fai da te!
    Chocotone: il gioco al cioccolato!
    Ho poco tempo: faccio yoga on line!

    See all this author’s posts