A seguito delle prime iscrizioni allo swap party dedicato ai bimbi abbiamo riscontrato che l’interesse generale è per lo più orientato sull’abbigliamento.
Per questo abbiamo deciso di restringere gli articoli da swappare ai soli capi di abbigliamento da 0 a 10 anni.
Per venirvi ulteriormente incontro e permettervi di sfruttare al meglio l’evento abbiamo allargato il numero degli articoli che ciascuna partecipante può portare da 12 a 30, cosa che permetterà un’ampia scelta anche se non raggiungeremo un numero elevato di partecipanti.
Vi ricordiamo che i capi devono essere nuovi (con etichetta) o semi nuovi e che se non scambiati resteranno a disposizione dell’associazione.
Il credito in ciucci non utilizzato potrà essere usato in occasione del prossimo swap party per bambini.
Resta sempre valida, per le future mamme che non hanno ancora abbigliamento bimbi da swappare, la possibilità di portare accessori donna sempre in perfette condizioni
lo swap si svolgerà dalle ore 15.30 alle 18.30, si raccomanda di arrivare in orario per permetterci di catalogare tutti i capi mentre voi vi godrete il buffet che riserveremo per l’occasione.

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts