Lo sapevate che avviare una nuova azienda rappresenta uno dei principali desideri di molti italiani? Se anche voi avete spesso accarezzato questo sogno e avete nel cassetto un progetto innovativo, questo articolo vi sarà molto utile.

La legge

Con la Legge 221/2012, che ha convertito il Decreto Legge Crescita 2.0, nel nostro Paese è stata introdotta per la prima volta la definizione di nuova impresa innovativa, la cosiddetta “startup innovativa”, con lo scopo innanzitutto di incentivare l’imprenditoria e l’occupazione giovanile ma anche con la finalità di attirare nel nostro Paese capitali esteri, talenti e imprese votate all’innovazione.

Semplificando

Si tratta in sintesi di una nuova forma di impresa che svolge attività di sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico ed in cui è prevalente l’attività di ricerca e sviluppo, la presenza di dipendenti o collaboratori con un titolo di studio di dottorato o di laurea magistrale e il possesso di brevetti o altre proprietà industriali.

I requisiti

Quali sono i requisiti previsti dalla legge per costituire una start up?

  1. l’attività di impresa non deve essere iniziata da più di 5 anni;
  2. almeno una sede produttiva o una filiale deve essere situata in Italia;
  3. il valore della produzione annua non deve essere superiore a 5 milioni di euro dal secondo anno di attività;
  4. non deve distribuire o non deve aver distribuito utili;
  5. l’oggetto sociale, prevalente o esclusivo, è la produzione e il commercio di prodotti o servizi innovativi ad alto contenuto tecnologico;
  6. non deve essere stata costituita per fusione o scissione a seguito di una cessione di un’azienda o di un suo ramo;
  7. deve possedere almeno uno dei tre fondamentali requisiti:
    1. le spese in ricerca, sviluppo e innovazione devono essere pari o superiori al 15% del maggior valore fra costo e valore totale della produzione (tra queste rientrano tutte le spese ad alto contenuto tecnologico, le spese per lo sviluppo del business plan, par la registrazione e la protezione delle proprietà industriali; sono invece escluse quelle per l’acquisto e la locazione di beni immobili);
    2. 1/3 dei dipendenti o i collaboratori devono possedere il titolo di dottore di ricerca o svolgere un dottorato di ricerca presso un’università ovvero 2/3 dei dipendenti devono possedere una laurea magistrale;
    3. deve avere un brevetto o una licenza di almeno una privativa industriale su un’invenzione afferente all’oggetto sociale e all’attività di impresa.

Il vostro progetto possiede i requisiti?

Continuate a seguirci, presto vi racconteremo quali vantaggi ha una startup innovativa.

  • author's avatar

    By: Maria Cristina

    Ciao io sono Maria Cristina e sono commercialista, ma prima di tutto donna e mamma di due pestiferi maschietti.

    So quanto possa essere faticoso avere a che fare con il fisco e le sue mille sfaccettature. Per questo amo definirmi come una “traduttrice di fisco” perché mi piace rendere più semplici gli aspetti ostici della mia professione.

    Appassionata di nuove tecnologie, lavoro come consulente fiscale ed amministrativa per aziende, piccoli imprenditori e professionisti; mi occupo fra l’altro di elaborazione di business plan, gestione della contabilità, redazione delle dichiarazioni dei redditi, dei bilanci e gestisco i rapporti tra contribuente ed Agenzia delle Entrate e Equitalia. Il tutto, anche e soprattutto, a distanza!

    Sogno un mondo senza burocrazia, senza scartoffie inutili e intoppi costruiti ad hoc ed in attesa che tutto ciò si realizzi mi piace l’idea, attraverso il blog, di poter dare una mano alle donne chi si affacciano al mondo lavorativo da freelance e si sentono perse e spaventate con la loro Partita Iva, ma anche a mamme dipendenti che cercano di districarsi tra termini come deduzioni, detrazioni, contributi, imposte e tasse.

    Quindi, care mamme, state tranquille: il “burocratese” ve lo traduco io!

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Professione blogger…mi metto in regola.

    See all this author’s posts