Sono una startupper e lavoro (quasi) solo con donne, perché abbiamo più voglia di fare e dimostrare quanto valiamo, quindi in questo momento storico abbiamo una marcia in più.

Lo sapete, qualche giorno fa ero al Wired Next Fest, ciò che forse non avete notato è che ho scritto due tweet citando Carlo Giordano, l’Amministratore Delegato di Immobiliare.it, il quale (oltre a sbirciare nel mio cellulare quando mi era seduto accanto)  ad un certo punto ha detto che tra noi donne ci sono poche startupper perché noi siamo troppo perfezioniste. O_O

Mi piacerebbe affrontare l’argomento con voi, perché ci sono troppi stereotipi che ci appiccicano addosso e che diventano opinione comune.
Per rispondere a quanto detto da Giordano durante il Wired Next Fest voglio far parlare innanzitutto i dati: in Italia sono soprattutto le donne a creare nuova impresa, il primo problema è che a loro viene concesso meno credito rispetto agli uomini, quindi rimangono più nell’ombra rispetto agli uomini e molto spesso vanno all’estero per ottenere ciò che l’Italia non concede. Perché a volte anche le banche, prima di decidere se erogarti un credito, ti chiedono se vuoi avere ancora dei figli.
Retaggi culturali obsoleti e una visione maschilista, che non rispecchiano la realtà e i cambiamenti sociali avvenuti negli ultimi 20 anni.
Secondo l’Osservatorio dell’Imprenditoria femminile di Unioncamere-InfoCamere, a Settembre 2014, su 618.345 imprese giovanili oltre una su quattro è guidata da donne under 35, mentre delle 6.049.220 di imprese complessive il 21,4% è gestita da donne di qualsiasi età.  Negli ultimi sei mesi del 2014 le imprenditrici under 35 sono aumentate a un ritmo del 5,8%, contro lo 0,8% di media di tutta l’imprenditoria femminile italiana.
Siamo in gamba, ci diamo da fare e a volte emergiamo a discapito di tutto e dei mille stereotipi legati alla donna che lavora. Altre volte decidiamo semplicemente di andare all’estero e non perché scappiamo, ma perché ce ne facciamo poco di uno stato che ci tarpa le ali.
Altro che perfezioniste, siamo obbligate a fare una corsa ad ostacoli con i pesi ai piedi e la cosa fantastica è che molto spesso non demordiamo.
In ogni caso ribadisco che Carlo Giordano dovrebbe quanto meno offrirmi un caffè per farsi perdonare la sbirciatina al cellulare…
Inoltre: visto che ha sbirciato nel momento in cui ho guardato una mail mentre stavo scrivendo un post, ha visto che sono una blogger…
Attenzione a pungolare una blogger… 🙂

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts