di Mirna Pacchetti

Eccomi in metropolitana, mentre le porte faticano a chiudersi per la ressa e tutti s’innervosiscono, io tiro un sospiro di sollievo: finalmente un po’ di pace!
Sono la multitasking femmina Alfa di una famiglia normale, composta da me, papà, Microbina1 di 2 anni e Microbina2 di 6 mesi.

Questa notte Microbina2 ha fatto il diavolo a quattro dalle 2 alle 3, poi si è risvegliata alle 4 e si è riaddormentata solo con una dose maxi di latte caldo, ma è comunque rimasta nervosa fino alle 7 frignando insistentemente ogni venti minuti.

Nottata difficile con bimbi piccoliIl resto della storia rientra nella routine di ogni mattina di ordinaria follia:
6.30 papà spegne la sveglia con un grugnito
6.40 pensando “ora o mai più” mi tiro giù dal letto e m’infilo sotto la doccia
6.55 accendo il phon e mentre con la mano sinistra dirigo il getto caldo, con la destra infilo lenzuola e indumenti delle bimbe in lavatrice, aggiungo il detersivo e faccio partire il lavaggio
7.05 Microbina2 riprende a frignare, mi sposto in camera e faccio un po’ di cinema per distrarla mentre mi vesto e papà si prepara
7.14 svegliamo Microbina1, la laviamo, vestiamo e, visto che ci siamo, regoliamo la frangetta
7.35 lavo il biberon, scaldo il latte e papà prepara la colazione mentre io allatto Microbina2
7.45 tutti a tavola per la colazione, Microbina1 non mangia, dopo varie insistenze papà si siede accanto a lei, che comincia a mangiare
8.05 finisco di vestirmi mentre papà sparecchia
8.13 inizia la vestizione per la festa di Carnevale: Microbina1 scappa dalle antenne e ali da farfalla e papà la insegue arrabbiato; Microbina2 ha fatto qualcosa di odoroso… La cambio e la vesto da gattina
8.35 incavolati neri e con il mal di testa a forza di sentir urlare “incappottiamo” la famiglia ed usciamo di casa
8.40 siamo al nido: Microbina1 persiste con la sua tragedia greca e rifiuta di collaborare dimenandosi
8.49 salutiamo le Microbe ormai “scappottate” e più o meno vestite da Carnevale ed usciamo
8.50 sono in ritardo, bacio papà e corro verso la metro
8.57 arriva la metro, ci corro dentro e… Finalmente un po’ di relax!

  • author's avatar

    By: Mirna Pacchetti

    Sono Mirna, una donna dalla doppia vita: di giorno sono consulente di marketing strategico per le start up e il rilancio delle aziende in difficoltà, ma la sera mi trasformo nella mamma di due piccole principesse. I due lavori più belli del mondo!
    In questi anni di “mammitudine” ho imparato a destraggiarmi tra pannolini e call di lavoro, ma soprattutto ho imparato a sopravvivere alle oppressioni di un sistema che penalizza le donne, soprattutto se sono mamme senza un contratto a tempo indeterminato.
    Burocrazia, INPS, Agenzie delle Entrate, IVA e le loro amiche tasse tentano da 6 anni di mettermi i bastoni tra le ruote e farmi desistere dal riuscire nei miei due intenti: essere la miglior mamma possibile e avere un lavoro che mi gratifichi anche dal punto di vista economico.
    Io e Mamma single siamo quelle che non hanno avuto la maternità, non hanno permessi retribuiti e non hanno orari oltre i quali far cadere la penna e tornare dalla propria famiglia. Essere mamma in queste condizioni è un vero salto ad ostacoli, ma sto imparando a saltare bene ed ho indossato le giuste scarpe… questa sfida la vinco io!
    Magari facendo cambiare qualche legge e facendone promulgare qualche altra! 😉

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Le 8 verità che nessuno ti dice sul mondo del lavoro
    Inseguire i propri sogni. Intervista a Laura Lamberti
    Viaggi low cost? Si può fare!
    Regali di Natale: dritta per le ritardatarie
    Beta tester cercasi, formazione gratuita in cambio!

    See all this author’s posts